Come aumentare la portata organica dei post in ambito medico

In questo articolo ti spiego come aumentare la portata organica dei post in ambito medico che negli ultimi tempi continua a subire un calo sempre crescente, purtroppo a sfavore delle aziende e dei professionisti di tutti i settori, non solo il tuo.

Lavorando da anni nel settore del web marketing medico, comprendo il peso che i continui cambiamenti nella gestione dei social comportano. Di certo ti sarai accorto che le strategie di copertura organica, una volta miracolose, oggi non sono più così efficaci.

Cos’è cambiato? Perchè la portata organica dei social media è diminuita? Come rimediare?

In questo articolo ti spiego perchè è successo e cosa puoi fare per correre ai ripari.

Perchè la portata organica è in declino?

Il declino della portata organica dei post in ambito medico è dovuto principalmente agli aggiornamenti degli algoritmi dei social media che da tempo danno priorità ai post degli utenti rispetto a quelli delle aziende, insieme alla spinta delle piattaforme verso la monetizzazione attraverso la pubblicità a pagamento.

Piattaforme come Facebook e Instagram continuano a sottolineare l’importanza delle interazioni significative riducendo gradualmente la visibilità dei contenuti dei brand a favore di quelli condivisi dagli amici e dai familiari degli utenti.

Oggi sta diventando sempre più difficile per le pagine aziendali connettersi con il proprio pubblico senza ricorrere a strategie a pagamento ed è quasi impossibile ottenere visibilità senza investimenti.

Ciò significa che le aziende devono adattarsi, investendo in sponsorizzate, creando contenuti più coinvolgenti, sfruttando nuovi formati come i video e promuovendo il coinvolgimento della comunità.

10 consigli per aumentare la portata organica dei post

Aumentare la portata organica dei post in ambito medico richiede una strategia ben pianificata. Di seguito alcuni consigli per ottimizzare la visibilità dei contenuti medici senza sponsorizzate.

Crea contenuti di alta qualità

Ora più che mai, i contenuti che produci devono essere di prim’ordine e soprattutto in linea con gli interessi e le esigenze del tuo pubblico.

Analizza i tuoi post per capire se sono sufficientemente informativi, utili e coinvolgenti. Seleziona gli argomenti più performanti e cerca di utilizzarli più spesso ripropondendoli in diversi formati, come infografica, carosello, video o articolo.

Per non essere ripetitivo, ti consiglio di affrontare l’argomento segmentandolo in più parti. Ad esempio, se intendi parlare di “Ipertrofia Prostatica Benigna“, perchè sai che è un argomento interessante per il tuo target, potesti realizzare diversi post come :

  • Cos’è l’Ipertrofia Prostatica Benigna
  • Quali sono i sintomi
  • Fattori di rischio
  • Cure farmacologiche
  • Tipi di intervento
  • Dieta per l’IPB
  • Etc.

Pensa a coinvolgere gli utenti

I tuoi contenuti sulla salute e la prevenzione devono essere così preziosi e coinvolgenti da invogliare i tuoi utenti a condividerli con la loro rete.

Concentrati sulla creazione di storie che evochino emozioni, forniscano un valore chiaro e abbiano un fascino universale per incoraggiare le condivisioni. Ricorda, quando gli utenti condividono i tuoi contenuti, la tua portata organica si estende in modo significativo.

Sfrutta i contenuti video

La diffusione dei contenuti video in ambito medico è molto aumentata, e gli algoritmi delle diverse piattaforme li favoriscono perchè l’impatto sulla loro portata organica è enorme.

Quindi incorporare più video nella tua strategia sui social media potrebbe essere un punto di svolta per mantenere un certo livello di visibilità organica.

Proponi contenuti interattivi

I contenuti interattivi e partecipativi possono rafforzare la tua portata organica. L’utilizzo di sondaggi sulla salute o di sessioni con domande e risposte del medico può aiutare a mantenere un alto livello di coinvolgimento organico. Invitando gli utenti a interagire, aumenti la probabilità che vedano i tuoi post futuri in modo organico.

Coinvolgi la community

Costruire una community fidelizzata attorno al tuo marchio può avvenire quando interagisci attivamente con il tuo pubblico. Rispondere ai commenti, chiedere feedback e avviare conversazioni può creare rapporti e incoraggiare interazioni più organiche con i tuoi contenuti.

Aggiornati sui cambiamenti degli algoritmi dei canali

Restare al passo con gli aggiornamenti delle piattaforme social può aiutarti ad adattare la tua strategia e a garantire che i tuoi contenuti mantengano una buona visibilità. Ad esempio, se una piattaforma tende a prediligere contenuti video in formato breve, adattarsi rapidamente utilizzando questo formato, può essere vantaggioso per la tua portata organica.

Studia gli interessi degli utenti

È fondamentale sviluppare una strategia mirata a soddisfare gli interessi e i comportamenti degli utenti. Analizza attentamente i dati e le tendenze per creare contenuti sulla salute che si rivolgano direttamente alle esigenze e ai desideri del tuo pubblico di destinazione.

Analizza le tue prestazioni

Utilizzando l’analisi, puoi capire come si comportano i tuoi contenuti organici: cosa funziona e cosa no. Questi dati possono guidarti nel modificare la tua strategia per ottenere risultati migliori. Il monitoraggio dei tassi di coinvolgimento, delle percentuali di clic e dei tassi di conversione ti darà un quadro più chiaro dell’efficacia dei tuoi contenuti.

Crea contenuti orientati alla SEO

La SEO non è solo per i motori di ricerca ma è vitale anche per i social media. L’utilizzo delle parole chiave e degli hashtag giusti sulla salute e il benessere può aumentare notevolmente la rilevanza dei tuoi contenuti, contribuendo a compensare il calo della portata organica.

Prediligi la qualità rispetto alla quantità nelle pubblicazioni

Inondare i tuoi follower di contenuti può causare affaticamento e diminuire il coinvolgimento: post meno frequenti e di qualità superiore possono innescare interazioni più significative.

Inserisci le sponsorizzate nella tua strategia

Oggi le inserzioni a pagamento sono inevitabili in una strategia di social media marketing efficace, anche in ambito medico.

Sebbene possa essere frustrante sentirsi costretti a pagare per la visibilità, bisogna considerare questo cambiamento come un’opportunità a nostro favore: le sponsorizzate, anche se rappresentano un costo fisso, ti consentono di indirizzare i tuoi contenuti in modo più efficace e mirato alle persone giuste, ovvero al tuo pubblico di riferimento.

Le ADS sui social, se bene organizzate, possono determinare tassi di conversione più elevati e un ROI (ritorno sull’investimento) più significativo rispetto alla sola copertura organica.

Per approfondire l’argomento leggi l’articolo Perché è necessario fare sponsorizzate sui social nel settore medico.

Il mio pensiero su come aumentare la portata organica dei post

Considerando il declino inarrestabile della portata organica, è chiaro che adattarsi alle nuove regole degli algoritmi dei canali digitali è e sarà sempre fondamentale anche per le attività mediche.

Purtroppo le regole del gioco, ovvero del mondo digitale, non le decidiamo noi e soprattutto non conosciamo i programmi che le multinazionali come Meta ci riservano per il futuro.

Ad oggi, l’unica verità è che con i nuovi algoritmi bisogna sponsorizzare i post anche per comunicare con i nostri follower. Paradossale, ma anche nell’immensità del mondo digitale non c’è spazio per tutti come ci avevano fatto credere, nè gratis nè a pagamento.

In ogni modo credo che affrontare il declino della portata organica non significhi ammettere la sconfitta; si tratta di agire strategicamente ma mettendoci anche la testa, le proprie idee, il proprio carattere. E fortunatamente tutto questo non possiamo trovarlo nell’intelligenza artificiale o facendo il copia e incolla dal nostro vicino di web.

E attenzione, quando dico che bisogna essere originali e coinvolgere la community non significa essere estremi pur di farsi notare a tutti i costi, tendenza molto in voga negli ultimi mesi.

A volte sui social vedo medici fare cose insopportabili, fuori contesto, ma con migliaia di follower.

Tranquillizzo i miei clienti, che di certo ne hanno meno, e a volte sbottano. E dico: “Va tutto bene! Loro hanno i followerr, tu hai l’agenda piena e la tua autorevolezza, e qualla gli algoritmi non potranno mai togliertela.”

Grazie per aver letto l’articolo 🙂

Iscriviti a Pillole di Marketing Medico, la newsletter pensata per offrirti idee, strumenti, conoscenze e strategie specifiche per il settore sanitario.

La newsletter Pillole di Marketing Medico torna la prossima settimana!


Per il tuo piano di web marketing medico scegli InClinic

Oltre alla realizzazione dei siti web per medici, sviluppiamo piani annuali di web marketing integrato. Le nostre attività comprendono la gestione dei blog medici, la scrittura dei testi e la consulenza SEO per siti del settore medico.

Come aumentare la portata organica dei post in ambito medico

Facebook